Header image

Oltre le Porte del Tempo

 

Avendo parlato precedentemente in un post di regressione oggi vi presento un libro, Oltre le porte del Tempo che è uno dei diversi libri che Brean Weiss ha scritto.

La regressione a vite passate, di cui Brian Weiss ci parla in questo libro, è un esempio di fenomeni straordinari della coscienza umana, oggi sempre più largamente accettati. Non dobbiamo sentirci a disagio né vergognarci di aver vissuto simili esperienze: per esempio, uno dei più grandi storici della nostra epoca, sir Arnold Toynbee, racconta che fu ispirato a scrivere la sua monumentale opera storica da esperienze personali che, benché spontanee, erano molto simili a quelle descritte da Brian Weiss.
Secondo le persone che hanno avuto esperienze di premorte ( uno di questi giorni vi racconto la mia ), in quei momenti, che sembrano gli ultimi della vita terrena, si impara che amare è la cosa più importante.

La scoperta delle nostre vite passate non è soltanto un’emozionante avventura spirituale; nei luoghi più profondi della memoria – là dove cominciano ad apparire le immagini di altre epoche che abbiamo attraversato – si trovano le chiavi per risolvere problemi e traumi attuali, per sviluppare le nostre capacità e i nostri talenti, per rifondare su basi completamente nuove il nostro carattere. Attraverso i sogni, la meditazione, o anche soltanto imparando a guarire la mente, ciascuno è in gradio di far emergere alla coscienza i momenti decisivi delle proprie vite passate, i nodi che bloccano il suo destino. E recuperarli significa scioglierli per sempre, conquistando una libertà interiore che nessun’altra forma di psicoterapia riesce, oggi, a garantire.

E’ impressionante ascoltare la voce dei pazienti di Brian Weiss. Le confessioni, le testimonianze, i ricordi quando sono sotto ipnosi regressiva, raccontano di mondi lontanissimi, in una maniera  vivida e precisa. Buona lettura

Posted by figliadellestelle in Libri | regressione | Senza categoria | video

You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 You can leave a response, or trackback.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>