Header image

Tutto nel nostro mondo è collegato a tutto. Tutto è connesso.
Possiamo usare coscientemente tale connessione. Attraverso il collegamento che vive dentro di noi, ogni essere umano è linea diretta con la stessa forza che genera tutto, dagli atomi e dalle stelle al DNA della vita!
Con un piccolo spostamento di percezione possiamo toccare con mano la forza più potente dell’universo per affrontare persino le situazioni che appaiono impossibili. Accade quando ci permettiamo un nuovo modo di vedere il nostro ruolo nell’universo.

Anche i numeri, ed in particolare la sezione aura dimostrano questo.

La cosa più strabiliante è il rapporto tra sezione aurea e numero aureo con la natura.

Fibonacci osservò la crescita di un’allevamento di conigli ed espose la sua teoria:

partendo da una coppia di conigli e teorizzando di poter in breve ottenere due coppie e poi tre, la progressione matematica della crescita dell’allevamento sarà la seguente:

 

1+1=2

1+2=3

2+3=5

3+5=8

5+8=13

8+13=21

etc.

Tale serie matematica ha una validità perfetta per moltissimi casi in natura ed è questo che affascina

La sezione aurea e la sua derivata la spirale aurea, vengono utilizzate da secoli per edificare tutti i grandi monumenti religiosi dell’Islam.

Dagli scavi archeologici si è scoperto che la stessa proporzione è stata utilizzata dagli antichi egizi per edificare la piramide di Giza. Attualmente tali proporzioni vengono utilizzate dagli architetti come “misura estetica” a cui aderire per ottenere edifici con caratteristiche di bellezza valide per tutte le culture.Nella musica occidentale ci sono parecchi esempi di artisti che hanno utilizzato la sezione aurea per basare la metrica della propria musica, come ad esempio tra i tanti Debussy, Stockhausen, Stravinsky etc.

 

“Questa è la natura dell’infinito

che tutto ha il suo vortice.

Sicché il cielo è un vortice

che è già trascorso e la terra

un vortice che deve ancora passare,

per chi viaggia.”

“Verso l’eterno”

di W. Blake

 

 

Oggi voglio raccontarvi una magnifica storia.

Quando entrai nella mia casa misi un piccolo cipresso sul balcone. Tutti gli anni in primavera inoltrata ho tagliato la chioma del cipresso a forma di cuore, per ricordare sempre l’amore.

Noi l’abbiamo sempre chiamato albero del cuore.

Quest’anno per pasqua sotto l’albero del cuore la natura ha deciso di farmi un grande magnifico dono che voglio condividere con tutti voi.

Felice magica Pasqua a tutti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
vi presento, mamma e papà